LA PREALPINA LUNEDI’ 31 OTTOBRE 2016


Il Cislago sbatte contro l’Edimes


Ancora al palo il Cistellum (Parietti 8, Vanzulli, Saibene, Eriforio 8 , Cattaneo 10, Bigoni 2, Tiengo, Rimoldi, Meroni P. 13 , Meroni F. 10, Monticelli) che va a sbattere contro la muraglia dell’ Edimes (Degrada  e Ferri 16 , Sanlorenzo 14). Pur senza americani (con Henderson bloccato in attesa del visto e S i fford fuori a titolo precauzionale per chiarire il busillis  r e g o l amentare sollevato dal caso Follo) la squadra di Piazza  fa valere tutta la solidità del suo impianto di gioco; gli spunti positivi di Paolo Meroni  (2/2 da 2, 2/3 da 3, 3/3 ai liberi e 3 assist in 23’ ) non sono sufficienti alla squadra di Sassi , ancora a ranghi ridotti in assenza di Malberti  (oggi la diagnosi definitiva, ma sembraprobabile una distorsione al ginocchio sinistro da 3-4 settimane di stop). «Eppure ho visto cose migliori rispetto alle ultime due esibizioni, pur contro un’ avversaria troppo superiore - afferma il tecnico di Cislago -. Dobbiamo mettere a frutto i progressi in vista del derby di Saronno».



LA PREALPINA LUNEDI’ 24 OTTOBRE 2016


Cislago ancora al palo


Resta al palo anche Cislago, che cede alla distanza sul campo di Cermenate (Longoni 15 , Broggi 10): la squadra di Sassi  (Parietti 10, Vanzulli 11 , Eriforio 8, Malberti 4, Cattaneo 23 , Bigoni ne, Tiengo ne, Saibene 2, Rimoldi ne, Meroni P.1, Meroni L., Monticelli ne) era partita bene (16-17 al 10’  e 25-26 al 18’ ), ma il brutto infortunio di Malberti  ( d istorsione al ginocchio sinistro, entità da verificare nei prossimi giorni) ha vistosamente lasciato  il segno nella testa della squadra che ha incassato un break pesante dopo l’ intervallo (51-38 al 30’ ). Tardiva la reazione del Cistellum (58-50 al 35’ ) guidata da un tonico Cattaneo  (5/10 da 2, 3/5 da 3 e 7 rimbalzi); buona notizia per coach Sassi il rientro anticipato di Paolo Meroni , che però ha bisogno di tempo per tornare al top (0/8 in 15’  per l’ ex Calolziocorte). «Sicuramente c’ è stato un contraccolpo psicologico legato alla perdita di Malberti , però basta troppo poco per disunirci - afferma il coach gialloviola - M eroni  ci potrà dare una bella mano, ma dobbiamo lavorare tanto per trovare una identità ben definita che al momento ancora ci manca».

LA PREALPINA LUNEDI’ 17 OTTOBRE 2016



Cislago, assalto a vuoto

Terzo assalto a vuoto per Cislago che cede nuovamente  al PalaStazione contro la solida Opera: 66-73 il finale con il Cistellum (Parietti 13, Vanzulli 14 , Meroni F. 9, Meroni P. ne, Monticelli ne, Eriforio 4, Cattaneo 12, Saibene 7, Malberti 7, Rimoldi ne) che paga la serata “ polare”  al tiro (28% complessivo) e lascia la posta alla Deltaline (Galati 15 , Cappellari An.14, Velardo 13). Buon avvio per i gialloviola (21-17 al 10’ ) che virano al comando a metИ gara (34-33 al 20’ ) nonostante brutte medie dall’ arco. Nei due quarti centrali, perШ, l’ attacco della squadra di Sassi gira a vuoto (eloquente il 12/49 da 2) e il team di Tritto  mette la freccia (48-53 al 32’ ) facendo leva sulla profonditИ della panchina. «Un passo indietro rispetto alle prime due gare - commenta deluso il coach del Cistellum -. Abbiamo pagato le rotazioni inferiori rispetto a quelle di Opera, pagando un paio di fuorigiri evidenti; dobbiamo capire che non possiamo permetterci di mollare neppure per un minuto sul piano dell’ atteggiamento e dell’ aggressivitИ, anche se fino a quando non tornerИ Paolo Meroni  sarИ durissima avere 40’  di autonomia».




LA PREALPINA LUNEDI’ 3 OTTOBRE 2016


Pesante tonfo di Cislago sul campo del quotato Mortara

Troppo netto il gap  fisico del Cistellum (Parietti 8, Vanzulli 3, Eriforio 4, Malberti 9, Cattaneo 18 , Tiengo 3, Saibene, Rimoldi, Monticelli, Meroni 6) nei confronti dell’ Expo (Boffini 22 , Cattaneo 18, Jovic 17), con il team di Sassi messo sotto a rimbalzo (30-42) e mai in grado di graffiare dal perimetro (6/30 da 3) in un match dal metro arbitrale molto permissivo. I buoni spunti del ritrovato Cattaneo (6/8 da 2, 2/5 da 3) non bastano a tenere a galla i gialloviola (21-14 al 10’ , 40-24 al 20’ ) che in attesa del recupero di Paolo Meroni (previsto tra la fine di ottobre e metà novembre) hanno risorse troppo limitate per competere contro una big  come la squadra di Zanellati . «Per certi versi è stata la miglior partita disputata finora e i progressi rispetto al precampionato fanno ben sperare - afferma coach Sassi -. Ma nelle condizioni attuali il team di Mortara ci è troppo superiore; speriamo di far bene nel ritorno al PalaStazione contro un’ altra corazzata come l’ Omnia Pavia».




ULTIME NOTIZIE

INTERVISTE

FACEBOOK