Mattia Malberti

Continuiamo con la conoscenza dei nostri nuovi ragazzi: Mattia Malberti, ala grande di 22 anni. Sicuramente un buon acquisto purtroppo in questo momento fermato da un infortunio ma quasi pronto al rientro.

Mattia quando e dove hai cominciato a praticare il basket?

MATTIA: “Ho cominciato a 5 anno a Desio e l’ sono cresciuto passando dal minibasket a tutti i campionati giovanili con la grande soddisfazione di esordire in serie C. Sono poi passato per 2 anni a Cermenate in C2 e lo scorso anno a Sesto S.Giovanni in  C Gold. ”

Come mai la scelta di Cislago?

MATTIA: ”Ero in contatto con parecchie squadre poi durante il torneo di Binzago mi ha avvicinato Matteo Parietti. Ho parlato con lui e con Ferruccio, poi con Chicco e il Presidente e il progetto che mi hanno presentato mi è molto piaciuto. ”

E cosa hai trovato nella nuova squadra?

MATTIA: “ Mi sono integrato subito molto bene. L’ambiente è eccezionale e questa è una squadra nuova. Non è facile rimpiazzare giocatori importanti, l’inizio non è stato dei più semplici, ma si lavora tanto e soprattutto non manca la fiducia. I problemi si possono superare, il gruppo è forte. Credo sia importantissimo vincere la prima partita per poter dimostrare cosa veramente siamo. ”

Che tipo di giocatore sei?

MATTIA: “Ci metto sempre tanta energia, faccio punti ma soprattutto non mollo mai, mi butto a rimbalzo e sono forte nei recuperi: non ho paura di sporcarmi le mani. Qui ho giocato solo 5 partite, non ho ancora dimostrato nulla; lo scorso anno a Sesto ho fatto una lunga serie di “doppia-doppia” (punti e rimbalzi). Per questo so che posso dare molto”

Cosa fai nella vita? I tuoi hobby?

MATTIA:  “Non ho proseguito con gli studi e sto cercando lavoro. Mi piace leggere fumetti giapponesi e gioco alla play station! Ascolto musica e in questo periodo in particolare il RAP Italiano, ma mi piace ogni tipo di musica .”

Quale è il tuo giocatore preferito? E le squadre per cui tifi?

MATTIA: “Il giocatore preferito è Paul George di Indiana Pacers, tifo per i Lakers e per il calcio tifo Juve!”

Lancia un messaggio a Chicco, al Presidente e ai tuoi compagni

MATTIA: “Chicco: spero di rientrare presto per dare tutto il mio contibuto, con tanta grinta ed entusiasmo. Presidente: non voglio deludere le aspettative, voglio dimostrare che non avete sbagliato la scelta e parlerò con i fatti in campo. Un messaggio al Capitano: tieni duro che tra poco rientrerò e non sarai più obbligato a stare in campo 40 minuti. A tutti gli altri miei compagni dico che quando rientrerò ci divertiremo!”

Grazie Mattia! Fa piacere sentire queste parole, danno un senso di appartenenza e di voglia di fare bene. Ha tanta voglia di rientrare e noi abbiamo bisogno di lui. Ti aspettiamo Mattia!

C’mom Boyz


Matteo Parietti

I giovani devono essere il futuro della nostra Società e quindi dopo aver parlato con Stefano Viola ci è sembrato giusto coinvolgere Matteo Parietti, uno dei fautori dell’aumentato interesse per il basket da parte dei giovani di Cislago .

Matteo che ci puoi dire sul nostro settore giovanile ?

MATTEO: “Stiamo dei grandissimi passi in avanti sia a livello di numeriche sia di risultati: questo era il mio primo obiettivo. Il prossimo passo sarà quello di portare a 4 allenamenti settimanali tutte le giovanili strutturandoli in modo che i ragazzi abbiamo davvero la possibilità di crescere.  3 allenamenti con la propria categoria e 1 allenamento con la categoria superiore: non sarà possibile farlo con tutti, ma con i più promettenti è fondamentale. Purtroppo rimane il problema degli spazi.”

La tua attività presso la scuola di Cislago ti ha aiutato?

MATTEO: ”Chiaro che fare lo specialista di motoria nella scuola mi ha permesso di conoscere e farmi conoscere dai ragazzi. L’iscrizione di  nuovi 50 bambini al minibasket è stato un grandissimo successo. . ”

Prendiamo in considerazione le varie squadre?

MATTEO “UNDER 18: gruppo che DEVE vincere assolutamente il campionato. Alto livello tecnico, la Gold non è un obiettivo è un obbligo. UNDER 16: devono cambiare atteggiamento , possono dare molto ma devono cambiare mentalità. Hanno perso con Cassano squadra che abbiamo sempre battuto proprio perché non sono mai rimasti concentrati. UNDER 15: molto bene, un bellissimo gruppo partito 2 anni fa. Ragazzi che danno sempre il massimo, sia in allenamento che in partita. Abbiamo perso a Saronno contro una squadra da Elitè ma possiamo arrivare nelle prime. UNDER 14: NON MOLLATE!  ESORDIENTI E MINIBASKET: stanno crescendo molto bene. 7 ragazzi di prima media e  9 di quinta elementare faranno il torneo esordienti e aquilotti. Sono sotto età ma con Cassano hanno vinto di 50! Hanno tanta passione, mi seguono e soprattutto ascoltano. Il gruppo dal 2006 al 2010 fanno scoiattoli/aquilotti: attenzione al gruppo scoiattoli: Mai visto bambini così bravi, uno spettacolo. 3 allenamenti a settimana e sempre presenti. Di questo gruppo ne riparleremo tra qualche anno. Un grande aiuto mi viene dato da Matteo Moriggi, riesce sempre a farli divertire e quindi ci seguono sempre con tanta attenzione.”

OK le giovanili ma ora un commento rapido sulla C Gold


MATTEO: “Come l’Under 14: NON MOLLIAMO! A parte gli scherzi il campionato è lunghissimo, nessuna retrocessione diretta e ci giocheremo tutte le nostre carte. Certo bisogna dare molto di più , tutti. Importante il rientro di Paolino Meroni e quello imminente di Mattia Malberti. Quando ci saremo tutti le cose cambieranno; ci aspettano due partite abbastanza abbordabili, è ora di muovere la classifica”

Come sempre Teo è pieno di vitalità!. Riesce a trasmettere ottimismo e voglia di lavorare sempre con il sorriso sulle labbra. Ora ci aspettiamo che ci faccia sorridere dal campo, con le sue triple e la sua capacità di trascinare i compagni! C’mom Boyz



Stefano Viola

Sono partiti i campionati delle nostre giovanili e quindi tocca a Stefano Viola raccontarci qualcosa questa settimana. Stefano oltre a essere l’ottimo secondo di Chicco Sassi è il condottiero della nostra Under 18 che quest’anno sarà sicuramente protagonista nel campionato di categoria.

Stefano da quali squadre è composto il nostro settore giovanile?

STEFANO: “Oltre al minibasket abbiamo schierato ai nastri di partenza dei vari campionati ben 5 squadre guidate con tanta competenza da Matteo Parietti, Matteo Moriggi, Vincenzo....  Inoltre quest’anno mi affianca in panchina Gianfranco Rizzi. ”

Parliamo della tua under 18: lo scorso anno era una squadra molto giovane, quest’anno ci sono stati dei cambiamenti. Cosa ci puoi dire?

STEFANO: ”Abbiamo avuto qualche innesto importante: Rimoldi Lorenzo arriva dalla Pallacanestro Varese, Andrea Fumaroli da Gorla, Alessandro Paleardi da Saronno e Marco Belvisi da Casorate. Inoltre va segnalato il rientro di Lorenzo Girola che lo scorso anno causa infortunio non è stato quasi mai disponibile”

Tutti questi arrivi di ragazzi non di Cislago pensi possa creare qualche problema?

STEFANO: “Assolutamente no! Innanzitutto va detto che abbiamo perso 3 giocatori e quindi era importante poter avere dei nuovi innesti. Certamente abbiamo una rosa più ampia, ma  la cosa più importante è che il livello tecnico si è alzato ecredo possa esserci una sana competizione. Ma ci sarà posto per tutti, il campionato è molto impegnativo e avere una panchina lunga sarà certamente un vantaggio. ”

Quindi quali sono le ambizioni?

STEFANO: “Lo scorso anno avevamo una squadra sotto età e abbiamo ottenuto dei discreti risultati. Il girone è molto impegnativo, ma puntiamo in alto e sono sicuro che possiamo fare davvero bene, togliendoci grandi soddisfazioni. Voglio sottolineare l’importanza di potere aver al mio fianco Gianfranco Rizzi, persona molto competente che farà crescere tecnicamente i ragazzi.”

Ci puoi dire qualcosa sulle altre squadre giovanili?

STEFANO:  “Non posso dire molto dal punto tecnico, ma so che Matteo Parietti con Matteo Moriggi stanno facendo un grande lavoro nell’Under 14 e nell’Under 16. Alcuni ragazzi della 16 hanno cominciato ad allenarsi con l’Under 18 e questo li farà crescere ancora più in fretta.”

Pensi che qualche ragazzo dell’Under potrà arrivare in prima squadra?

STEFANO: Non è facile rispondere a questa domanda. Per me il vero obiettivo è quello di vedere tutti i miei ragazzi continuare a giocare raggiungendo il massimo possibile. Non importa se sarà la seria A o la Promozione, l’importante è arrivare al massimo di ciò che si può dare. Chiaro sarebbe molto bello vedere i nostri ragazzi indossare la maglia della pria squadra in un campionato di alto livello”.

Oltre alle varie Under la nostra società può vantare un folto gruppo di  ragazzini che praticano il minibasket.

STEFANO: “Anche qui gran parte de lmerito va a Matteo Parietti. La sua passione e la sua simpatia sono trascinanti e i ragazzini sono entusiasti di lui. Matteo sta veramente dando tantissimo per questi ragazzini, un vero fuoriclasse. Deve dare di più anche in C Gold! (Stefano lo dice ridendo, aspettando la reazione di Matteo)

A proposito di C Gold, dicci qualcosa sul momento non felicissimo della nostra squadra.

STEFANO: “Un momento difficile,  balordo in un campionato difficilissimo. La squadra è cambiata tantissimo e la fortuna non ci è amica, ma non ci perdiamo d’animo: ricordiamoci l’inizio di 2 anni fa. Posso però dire che il gruppo è sano, unito e la Società ci è vicina, come sempre; per questo  io sono sicuro che ne usciremo presto. I nostri tifosi sapranno continuare a sostenerci.”

L’intervista è stata fatta pochi minuti prima del fischio d’inizio della partita dell’Under 18 contro i pari età della Sangiorgese, una delle squadre favorite del girone. Ma i ragazzi di Stefano hanno portato a casa i due punti al termine di una partita davvero entusiasmante. Bravi ragazzi e bravo Stefano!  C’mom Boyz


Vittorio Vanzulli

Cominciamo a conosce i nuovi arrivati: cominciamo con il globetrotter Vittorio Vanzulli ala-guardia di 27 anni con tanta esperienza anche in categorie superiori alla C Gold e con tanta voglia di portare il suo contributo alla nostra Cistellum!


Vittorio raccontaci la tua vita baskettare

VITTORIO: “Ho cominciato in 4 elementare con il minibasket a Nerviano. Giocavo già a calcio e andavo regolarmente in piscina, ma vedendo dei volantini che pubblicizzavano la pallacanestro ho deciso di provare. Per qualche anno ho continuato a praticare tutti e tre questi sport, poi in seconda media la decisione di dedicarmi esclusivamente al basket. Il calcio non mi divertiva più, in piscina mi mancava la squadra, il gruppo e quindi la giusta decisione: basket per tutta la vita. Ho fatto tutta la trafila nelle giovanile di Nerviano, l’esordio in C2 e il passaggio a Saronno in B2. Qundi ancora C2 con Cassano e il ritorno a Nerviano con la grande soddisfazione della promozione in C1”


Quale è il più bel ricordo e quale la tua migliore partita?

VITTORIO: ”Naturalmente il più bel ricordo è la promozione ottenuta a Nerviano; ricordo la partita decisiva con 500 persone che gremivano in un modo mai visto il palazzetto. Cose da pelle d’oca! Più difficile ricordare una partita in particolare; tante con un buono score, ma non è detto siano state le migliori. Magari la migliore arriverà quest’anno!”


Quali ritieni siano i tuoi punti di forza? Dei punti deboli, se ce ne sono, ne parleremo un’altra volta!

VITTORIO: “Sicuramente sono forte nella corsa e nel contropiede; mi difendo dal punto di vista atletico e quindi difendo bene. Un altro punto di forza che per ora non ho ancora fatto vedere è il tiro . ” ( Aspettiamo presto la dimostrazione di quanto detto!)


Come è maturata la decisione di venire a giocare a Cislago?

VITTORIO: “Conoscevo la Società e quasi tutti i ragazzi, in particolare Cattaneo e Parietti. Con Andrea siamo stati anche compagni di squadra a Nerviano. Tutti mi parlavano bene della Società, sempre di livello pur essendo obbligata ad andare al risparmio. Credo davvero sia l’ambiente giusto per me; il basket non è il mio lavoro, qui riesco a dare il massimo senza troppo stress, si riesce a lavorare serenamente.”


Cosa fai nella vita?

VITTORIO:  “Mi sono laureato da pochissimo tempo in management e finanza all’Università di Novara e sono alla ricerca di lavoro.  Sono molto impegnato con DA MOVE BASKET, il basket freestyle (per questo l’abbiamo definito globetrotter)con sede a Rho che sta ottenendo un buonissimo successo.”


Quali sono i tuoi hobbies?

VITTORIO: Mi piace moltissimo giocare a golf e questa estate ho giocato tantissimo  sul 18 buche del Golf Continental di Verbania. (CI CHIEDIAMO: Vittorio sarà meglio con le buche o con i canestri?)  Mi piace ascoltare musica, non un genere in particolare, I Pop, commerciale, dipende molto dai momenti.


Il tuo film preferito?

VITTORIO: “Mi piace moltissimo tutta la serie del Signore degli Anelli e tutti i film di Harry Potter. Mi piacciono molto le serie TV in particolare THE BIG BANG THEORY e THE WALKING DEAD. Il mio attore preferito è Johnny Deep.”


Torniamo al basket: cosa possiamo aspettarci da questa stagione agonistica?

VITTORIO: “Giocando come contro Pavia possiamo prenderci delle belle soddisfazioni, ma dobbiamo mantenere alta la concentrazione e evitare sbandate purtroppo difficili da recuperare. E’ successo anche domenica scorsa, eravamo incollati agli avversari, poi lo sbandamento e si perdono tanti punti. Sappiamo che ci manca un centro, ma stiamo adattando il nostro gioco a questa situazione e i risultati arriveranno”


Le tue squadre preferite: calci, basket e basket NBA

VITTORIO: “INTER per il calcio, non tifo per nessuno nel basket anche se ho una simpatia per Milano e NBA la seguo ma non ho una squadra preferita”


Lascia tre messaggi per l’allenatore, il presidente e per i compagni-

VITTORIO: “ Impegnativo! A Chicco dico che sono sicuro di poter ripagare la fiducia che ha riposto in me. Al Presidente ricordo che io non mangio verdure! Le cene in taverna sono bellissime, ma se si continua con piatti a base di verdure dovrò portarmi il panino! Ai ragazzi dico che il gruppo si sta davvero cementando e uniti riusciremo a raggiungere gli obiettivi che ci siamo dati.


Grazie Vittorio! Questo è un buon inizio: Vittorio ha capito perfettamente lo spirito della nostra Società ed è un passo fondamentale per poter percorrere assieme una strada piena di soddisfazioni e successi. La voglia e il carattere ci sono, siamo pronti ad applaudire le sue corse, i suoi contropiedi e i suoi canestri!


C’mom Boyz



Andrea Cattaneo


Non poteva essere che Andrea Cattaneo, il nostro Capitano, ad aprire le interviste della nuova stagione agonistica. Andrea veste la maglia del Cistellum basket da sei anni e d è sicuramente un esempio da seguire per tutti i nostri giovani. Giocatore serio, sempre presente agli allenamenti, di poche parole ma capace di trascinare i compagni: un vero condottiero! Sentiamo cosa ha da raccontarci.


Andrea finalmente si ritorna al Pala Stazione: cosa si prova a tornare a casa??

ANDREA: “Era ora! Questo è il nostro campo e il ritornare qui sicuramente ci porterà qualche punto in più. I tifosi ci hanno sostenuto tantissimo anche la scorsa stagione a Gorla, ma qui il clima è diverso, più spartano ma più entusiasmante”


La squadra è stata rivoluzionata, tanti cambiamenti, cosa ne pensi?

ANDREA: ”Cambiamenti drastici che hanno visto la partenza di giocatori importanti, storici, con i quali ho condiviso tantissimo momenti esaltanti. Non vedere più Simone Roppo sembra persino strano. Ora ci sono meno punti di riferimento, è una squadra totalmente diversa e per questo l’apporto di tutti, i canestri di tutti saranno fondamentali”


Una squadra diversa, secondo te ci sono particolari punti di forza o di debolezza?

ANDREA: “Di Roppo ho già detto: ci mancherà, come ci manca il lungo, il 5 forte che riempie l’area. Sicuramente la partenza di Ponchiroli e De Piccoli ci ha fatto perdere in esperienza, ma sono convinto che la nostra atipicità può diventare un punto di forza. Vanzulli può essere un ottimo sostituto di Roppo. Ma la cosa che più mi rende fiducioso e il rivedere in questa squadra quella di due stagioni fa. Vi ricorderete la partenza tremenda con 5 sconfitte di fila…..ma alla fine promozione in C Gold  ”


Conoscevi già i tuoi nuovi compagni?

ANDREA: “Oltra a Paolo Meroni, che è un felice ritorno, conoscevo Mattia Malberti. Non conoscevo gli altri, ma sono tutti ragazzi alla mano e il gruppo si è già formato. Manca solo un perfetto affiatamento in campo, ma ci arriveremo presto.”


Quali sono gli obiettivi per quest’anno?

ANDREA“Un solo grandissimo obiettivo: la salvezza. Questo è un girone difficilissimo con squadre di un’altra categoria, ma noi non ci spaventiamo e daremo il massimo sempre. Solo così potremo raggiungere successi anche insperati ”


Lanci un messaggio ai tuoi compagni e al pubblico?

ANDREA: Ai miei compagni dico soltanto di dare sempre il massimo, di non accontentarsi, perché nel basket come nella vita, l’impegno paga sempre.

”Al pubblico dico di continuare ad essere protagonista, di sostenerci sempre con tanta passione ed affetto così da diventare il 6° uomo in campo .


Sempre un piacere parlare con Andrea, capitano silenzioso e molto saggio. Un grande valore aggiunto per la nostra squadra.


C’mon Boyz!!